Dal 1° gennaio 1999, la competenza in materia di tasse automobilistiche è stata trasferita dal ministero delle Finanze (ora ministero dell'Economia e delle finanze) alle Regioni. Questo ha complicato la vita di chi smarrisce la ricevuta del bollo, perché ha di fatto instaurato un doppio regime.

Per richiedere il duplicato della ricevuta di pagamento dei bolli relativi ai periodi d'imposta fino al 1998, occorre presentare domanda (a mano o per raccomandata) all'ufficio provinciale Aci, allegando ricevuta del versamento di 1,55 euro (3000 lire) sul conto corrente postale 65138000 intestato a: Automobile Club d'Italia - Diritti fissi - via Marsala 8, Roma.

Per le tasse automobilistiche versate a partire dal 1999, non esiste una procedura unificata a livello nazionale. In linea generale, si può dire che è più fortunato chi ricorda dove e quando aveva pagato: in questo caso, normalmente è possibile rivolgersi allo stesso sportello, indicare la data del versamento con gli estremi del veicolo e ottenere un attestato di pagamento del bollo. Chi non lo ricorda può solo sperare che la Regione in cui risiede sia sufficientemente organizzata da prevedere un'altra modalità per l'ottenimento del duplicato. Per informazioni, è bene rivolgersi all'ufficio tributi della Regione in cui risiedeva l'intestatario dell'auto all'epoca del versamento.